Christo ed il Sounday Blues. Rimedi e materassi galleggianti.

Ho dormito due ore, forse. Forse meno. Tra N ed M che hanno continuato a dormire. Nel caos delirante della mia stanchezza ho comprato una piada al 24ore tra Irnerio e via dei mille che non avrei mangiato. Ancora un filo sbronzo ho preso il treno per Verona, mi son legato la manica di una felpa alla testa per coprire gli occhi e confidando nel sentire la sveglia mi son lanciato in volata, a recuperare due preziosissime ore di sonno. A Verona il cambio e poi Brescia. Evito di riprendere sonno che sennò va a finire che non mi sveglio e non scendo dal treno. Ne approfitto per lavarmi i denti. Non lo faccio più di 24ore. Forse. A Brescia trovo la Lou che mi porta al Lago d’Iseo che ieri hanno inaugurato il ponte di Christo. Molto simile ad un gigante materasso arancione galleggiante.Si chiama The Floating Piers ed è stata inaugurata ieri, sabato 18 giugno. Christo è un artista americano di origine bulgara, il suo nome completo è Christo Vladimirov Yavachev, conosciuto soprattutto per le sue opere di land art e di “impacchettamenti”, a cui ha lavorato con la moglie Jeanne-Claude fino al giorno della sua morte, nel 2009 a 74 anni. L’installazione sul lago d’Iseo, é composta da pontili a pelo d’acqua larghi 16 metri e alti 50 centimetri, formati da 200.000 cubi in polietilene ad alta densità e coperti da 70mila metri quadri di tessuto. Possono salire sul molo contemporaneamente circa dodici mila persone alla volta. Ecco noi eravamo tra quelle oggi. Oggi se non venivo a trovare la Lou sono certo che mi sarei lasciato sopraffare dal Sounday Blues. Come il 76% dei lavoratori americani, come me da quando vivo solo e la domenica è un momento solo mio, che posso decidere come gestire, anche se talvolta non vorrei. Sull’internet ho cercato qualcuno che mi spiegasse come combattere questo blues ed ho trovato che al primo posto il ‘passare del tempo con i famigliari’ ed io l’ho fatto, anche se la famiglia non era la mia. Poi dice di fare qualcosa di divertente e di fare attività fisica: fatte entrambe. Mangiare sano c’è l’ho, staccare la spina l’ho fatto, mi son rilassato ed ho riflettuto. Insomma sono stato molto bravo ma ho dormito pochissimo e la stanchezza a me mette malinconia, ecco. Non ho letto ma sto scrivendo e non ho risposto a mail arretrate che proprio non è il caso ma mica si può fare tutto quello che suggerisce l’internet, eh! 

Advertisements

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s